Alternativa alla plastica: il Tecnopolo di Rimini in prima fila

Alternativa alla plastica: il Tecnopolo di Rimini in prima fila

EcopAckLab: un sistema di packaging innovativo per il miglioramento della qualità di conservazione e completamente compostabile

La lotta alla plastica è ormai un fatto concreto.
In tutta Europa le campagne di sensibilizzazione e le nuove normative a tutela dell’ambiente stanno dando i loro frutti e così, nel mirino, sono finiti soprattutto gli imballaggi, poiché rappresentano la maggior parte delle plastiche che finiscono in mare.
 
Gli imballaggi, come evidenzia uno studio di Legambiente, sono di difficile riciclo anche dal punto di vista economico (il costo stimato dal World Economic Forum di 40 miliardi di dollari). A ciò si aggiunge che, sebbene varie aziende abbiano iniziato ad avere maggiore sensibilità sul tema, non esistono ancora soluzioni universalmente diffuse che sostituiscano i derivati del petrolio.
 
Iniziano però a circolare alternative alla plastica.
Già da anni, nel mondo del design, si progettano bioplastiche a base totalmente vegetale, o imballaggi in derivati da zucchero o da cera che abbiano una scadenza di poco superiore al prodotto contenuto.
Altri studi lavorano su nuovi polimeri totalmente eco-compostabili che abbiano dunque un impatto zero sull’ambiente, pur mantenendo tutte le caratteristiche di robustezza e qualità dei polimeri più classici.
 
Anche all’interno del Tecnopolo di Rimini si stanno svolgendo ricerche e sperimentazioni su metodi di imballaggio alternativi e che possano contrastare l’inquinamento e la diffusione delle plastiche.
 
Il progetto EcoPackLab, realizzato dal Centro Interdipartimentale di Ricerca Industriale in Meccanica Avanzata e Materiali, mira alla creazione di un sistema di packaging sostenibile ed innovativo per il miglioramento della qualità di conservazione di alimenti confezionati.
Il progetto, attraverso un approccio integrato ed interdisciplinare, relativo a qualità, sicurezza ed efficienza logistica, si avvale dell'attualità di due laboratori e di filiere industriali che mettono a disposizione dell'economia regionale le loro competenze trasversali relative a diversi ambiti del packaging.
 
Il prototipo realizzato permette di produrre e testare film adatti alle esigenze delle aziende interessate, che potranno poi validare le loro soluzioni tecnologiche in un ambiente simile a quello industriale.

Ulteriori informazioni si possono avere contattando il Tecnopolo di Rimini.
 
VEDI TUTTE

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Credits TITANKA! Spa © 2018